Glossario carpfishing

Ecco il glossario di tutti i termini per il carpfishing. Se vuoi suggerirci dei termini oppure hai visto delle imperfezioni, puoi scriverci nei commenti: aggiorneremo la lista immediatamente.

Carpe e pesci correlati

  • Carpe asiatiche: Negli Stati Uniti, questo termine si riferisce di solito ad una categorie di carpe che sono fuggite dagli allevamenti alle acque pubbliche, minacciando i pesci nativi.
    • Carpa dalla testa grossa (Bighead Carp): ha una testa grande e senza squame.
    • Carpa nera (Black Carp): Si nutre principalmente di lumache e cozze.
    • Carpa erbivora (Grass Carp): Vedi amur.
    • Carpa argento (Silver Carp): Nota per saltare fuori dall’acqua quando si sente minacciata.
    • Amur Bianco (White Amur): Viene utilizzata per eliminare le erbacce acquatiche.
  • Carpe comuni (europee): Introdotte in Europa nel 19° secolo, sono il tipo di carpe diffuse in Italia; possono raggiungere anche il peso di 30 kili.
    • Carpa fantasma (Ghost Carp): Un incrocio tra la carpa metallica ed una carpa comune.
    • Koi: Una carpa giapponese ornamentale.
    • Carpa cuoio (Leather Carp): Una carpa dalla pelle liscia, con possibili squame nella pinna dorsale.
    • Carpa a specchi (Mirror Carp): Una carpa molto grande dalle squame irregolare.
  • Carpe del Buffalo: Originarie del Texas, anche se in realtà non sono delle vere e proprie carpe.
    • Buffalo Nero: Sono dei pesci scuri e con una bocca orizzontale; le labbra sono molto spesse
    • Buffalo Smallmouth: Il buffalo più comune nel Texas; una carpa grigia con degli occhi grandi e neri; non ha i barbigli.

Altri pesci correlati alle carpe:

  • Carassio (Crucian Carp): Un piccolo membro della famiglia delle carpe che si trova in Europa e in Asia.

Termini correlati ai pesci

  • Barbigli: Due organi che fungono da baffi, situati sulla mascella superiore di una carpa comune. Viene utilizzata per trovare il cibo nelle acque torbide.
  • Cloopers: Indica tutte le carpe che si alimentano in superficie.
  • Coarse fish: Un termine utilizzato nel Regno Unito, indicando una specie di pesci che non fa parte delle famiglie dalla trota e del salmone.

Lenze e montature

  • Tendifilo (Backlead): Un piccolo peso da collocare sul filo, aiutandolo ad andare nel fondale, in modo da non spaventare i pesci.
  • Bolt rig: Una montatura con un pesante piombo semi-fisso, progettato per agganciare automaticamente una carpa quando abbocca.
  • Chod rig: Una montatura per il carpfishing, simile alla piattaforma di un’elicottero, progettata in presenza di un fondale di ghiaia.
  • Circle hook: Un amo tondeggiante che viene utilizzato per pescare in superficie; utile per i lanci lunghi.
  • Death rig: Qualsiasi montatura che potrebbe rimanere incastrata nella bocca di una carpa. In generale, una montatura che potrebbe compromettere l’esistenza di un pesce.
  • Hair rig: Una montatura costituita da una boiles e da un amo; il secondo è distanziato dall’esca.
  • Hair stop: Un piccolo pezzo di plastica che consente la montatura Hair rig.
  • Ledger: Una montatura progettata per la pesca sul fondo.
  • Metodo di alimentazione (Method feeder): Una gabbia che viene utilizzata per miscelare le esce.
  • PVA: Un sacco polivinilico, un masteriale plastico progettato per sciogliersi in acqua. Possono essere a sacchetti o a stringe, a volte anche con sapori. Viene utilizzato per circondare le esche vicino
  • all’amo.
  • Pupazzo di neve (Snowman rig): Una montatura che indica boiles; una popup e una affondante; chiamata in questo modo vista la somiglianza ad un pupazzo di neve, appunto.
  • Stringer: Diverse esche collegate da una serie di sacchi in PVA, che circondano l’amo.
  • Giz Rig: Una montatura scorrevole, dove il piombo andrà a posizionarsi sul fondo e l’esca galleggia in alto.

Esche

  • Mix Base: Un mix usato per fare le boiles; gli ingredienti più comuni sono la farina di soia, la semola, la farina di mais ed altri cereali. Viene mescolata con ingredienti umidi per formare una pasta, che verrà poi modellata in palline.
  • boiles: Un’esca dura, a forma di palla.
  • Chum: Un’esca (spesso grano, fagioli e noci) che viene gettata in acqua per attirare l’attenzione dei pesci vicino all’amo.
  • Donkey Choker: Una grande esca usata per catturare le prede più grandi.
  • Dought Bait: Un termine per il carpfishing che indica un’esca morbida, spesso a base di farina di mais, cereali o pane.
  • Pasturazione: Un metodo che consente di attirare le carpe vicino alla nostra montatura.
  • Innesco: Indica l’esca messa su un amo.
  • AVN (In inglese: HNV): Alto Valore Nutritivo.
  • Mais: È un esca per il carpfishing, va bollito oppure comprato preparato.
  • Method Mix: Una tecnica per la cattura delle carpe che prevede una palla di pastura intorno al nostro amo. La palla si scioglie e attira il pesce nella zona di cattura, favorendo l’alimentazione.
  • Pellet: Piccoli pezzi costituiti da cibo per animali, normalmente usati come pastura.
  • Tiger Nuts: Una piccola noce, un’esca molto valida. Prima di usarla bisogna metterle in acqua, bollirle e lasciarle riposare per sviluppare un aspetto invitante.

Lascia un commento