stagioni carpfishing

Stagioni pesca carpa

Per ottimizzare ogni pescata, è bene saper individuare un posto idoneo e saper adottare metodi e tecniche diverse per ogni particolare stagione o giornata. Andiamo ad analizzare nel dettaglio tutte le combinazioni di tecniche che si possono utilizzare nelle diverse stagioni per la pesca alla carpa. Se stai bramando dalla voglia di sapere qual’è la stagione migliore, ti anticipo che è la primavera. Continua a leggere e scopri perchè!

Primavera

La primavera è uno dei momenti migliori dell’anno per pescare la carpa più grande. Siccome la temperatura dell’acqua inizia a salire, le carpe sono in fase di risveglio dal freddo dell’inverno e si preparano ad affrontare al meglio la frega, il periodo di deposizione delle uova.

Dato che la carpa può diventare vivace è bene saper guardare l’acqua al fine di individuare il pesce attraverso il suo movimento. A volte si riesce a vederle saltare sopra l’acqua oppure mangiare in gruppo vicino a dei canneti.

La primavera è il periodo dell’anno in cui l’erba nel lago comincia a crescere. Dato che pescare le carpe in primavera è abbastanza facile, tutto quello che bisogna fare è individuare dei posti vicino all’erba. Proprio in questi punti ci sarà una grande quantità di alimenti naturali come le lumache, i gamberi, i coleotteri etc. La carpa in nella stagione primaverile sarà a caccia di cibo che le garantirà di sfamarsi per i mesi a venire.

Se si pesca la carpa verso la fine della primavera, allora si deve assolutamente pescare vicino ai canneti, questo aumenterà le possibilità di cattura notevolmente.

Bisogna cercare un lato in cui la luce del sole riscaldi l’acqua al mattino. Spesso le carpe cercano zone che scaldano abbastanza rapidamente, se la zona riceve il sole dal mattino ed è anche poco profonda, allora è più probabile che ci sia un gruppo di carpe.

Una buona tattica da usare è quella di ricordarsi dove gli altri pescatori hanno catturato la carpa più grande durante i periodi primaverili precedenti. La carpa grande sarà nelle stesse zone più o meno degli anni precedenti, può anche prendere la residenza in aree specifiche di un lago, quindi è una buona idea conoscere le precedenti catture.

Nel complesso il posto miglior periodo per catturare la carpa più grande è in primavera.

Estate

In estate, le temperature medie dell’acqua sono molto più alte rispetto alla primavera, così le priorità di una carpa cambiano. Molti pescatori sono convinti che si concentrino nelle zone del lago dove l’ossigeno è più abbondante. In altre parole, le temperature più calde consentono alle carpe a muoversi di più, spendendo una maggiore quantità di energia. Hanno bisogno di un livello sufficiente di ossegeno per aiutare a bruciare tutta l’energia supplementare.

Con un fabbisogno energetico supplementare, la carpa dovrà trovare cibo extra. Per questo motivo, vale la pena pescare in luoghi ricchi di fonti di cibo.

Dato che l’ossigeno diventa molto importante in estate, una carpa può essere incline a seguire forti venti.

In una giornata molto calda, può essere meglio guardarsi intorno sopra gli alberi appesi. Qui il pesce si tiene in sospeso, con l’ombra offrendo loro acqua più fredda e la sicurezza della copertura. La tattica di pesca è quella di offrire abbastanza cibo alla carpa, effettuando una pasturazione precisa e mirata utilizzando degli appositi stick, contenenti mais, pellet e delle boiles tritate.

Ricordati che ogni stagione gode di un clima particolarmente diverso, di conseguenza anche l’attrezzatura può variare fortemente!

Autunno

Ad un certo punto dell’autunno, la carpa si accumula il cibo per l’approvvigionamento energetico per l’inizio dell’inverno. Appena la temperatura scende, e in particolare durante la prima del grande calo di temperatura, la carpa spesso va sul fondo.

Proprio in questo periodo che possono essere catturate svariate carpe ad ogni sessione di pesca. In realtà, alcuni esperti ritengono che il primo gelo è il momento migliore per andare a pescare carpe in autunno, dato che può uccidere alcuni alimenti naturali.

Con alcune forti venti che arrivano nel periodo autunnale, l’autunno è uno dei periodi dell’anno per praticare carpfishing.
I venti ossigenano l’acqua contribuendo a innescare un incantesimo di alimentazione. Le grandi venti anche suscitare il fondo del lago, dove i detriti e l’esca ha raccolto insieme. Questo fornisce la carpa una grande varietà di prodtti alimentari sfusi.

Se vi è un forte vento che soffia freddo, quindi può essere meglio per cercare nei margini, soprattutto se la zona è coperta in modo che tampona eventuali ondate di freddo. Un altro buon posto pert trovare le carpe in autunno si trova nel retro di un vento freddo.

Se si pesca per le carpe verso la fine dell’autunno poi la carpa NON puòl essere trovato alla fine di bolina precedenti molto spesso. Questo perchè ci possono essere state enormi quantità di foglie cadute raccolte insieme a questo fine. Il processo naturale di abbattere le foglie consuma ossigeno in anidride carbonica e rilascia acqua, per questo motiuvo le carpe possono evitare queste zone del tutto fino all’inizio della primavera.

Dato che ogni lago è diverso è molto difficile sapere esattamente dove trovare le carpe durante qualsiasi periodo dell’anno. Le idee presentate in questo articolo devonoe ssere utilizzate come una guida approssimativa. La pratica migliore per troavre i pesci in autunno è quello di studiar el’acqua e verificare i motivimenti della carpa, ricreando le sue abitudini.

Inverno

Trovare delle carpe in inverno è molto difficile perchè tendono a muoversi molto meno. Se si sceglie il posto sbagliato quasi sicuramente si tornerà a casa abbastanza delusi. Dato che le carpe si muovono molto meno durante i mesi più freddi, ci saranno meno segni delle loro posizioni, quindi è importante che si prenda il tempo necessario per trovare un posto ricco di pesci. Ci saranno molte aree diverse in cui le carpe possono starsene tranquille durante l’inverno e sono suscettibili a variazioni in funzione di determinate situazioni.

Le carpe cercheranno di trovare zone del lago dove la temperatura è più elevata. Si, il cibo è ancora importante, ma perchè si muovono meno, a causa delle basse temperatura, richiedono meno energia. 

Vediamo un insieme di combinazioni che possono portare delle bellissime catture!

Venti caldi: Tutti i carpisti sanno che la carpa generalmente segue il vento. Tuttavia, vi è un’eccezione; se si tratta di un vento freddo. La loro priorità in questo momento è la temperatura, quindi perchè dovrebbero seguire un vento freddo? Se durante il giorno c’è un vento che soffia verso il lago, la carpa probabilmente seguirà questo vento per guadagnare un po’ di calore.

Acque poco profonde: Ogni volta che c’è un giorno luminoso e abbastanza caldo d’inverno si potrebbe pescare abbastanza bene. Queste aree tendono a riscaldarsi molto velocemente, in modo che le carpe possano tornare nuovamente.

Posizione centrale: In pieno inverno, quando la temperatura dell’acqua si deposita a circa 6 gradi, si possono trovare carpe presenti a metà acqua. Questo è possibile dato che l’acqua fresca sarà superiore a 6 gradi e si alzerà rendendo le zone più calde nel mezzo della profondità del lago. In realtà dipende molto anche dalla profondità del nuovo lago.

Molte persone NON praticano carpfishing in inverno, anche perchè alcuni specchi d’acqua potrebbero ghiacciarsi. Se ci sono ancora delle piacevoli giornate di sole, è bene catturare le carpe che rimangono attive nei torrenti.

Lascia un commento